La seconda edizione del Trofeo Roma Nuoto Master, organizzata domenica 5 giugno dall’omonima società capitolina presso la piscina da 50 metri e 10 corsie del centro sportivo Zero9, si è confermata tra gli eventi di punta dell’ultimo weekend del circuito Supermaster, con numeri pressoché identici a quelli dell’anno scorso: 609 atleti ai blocchi di partenza in rappresentanza di 71 società sportive e un totale di 1082 gare disputate.

Molti i risultati over 900 ottenuti nel corso della manifestazione, che andiamo a raccontare nel prosieguo del nostro report: la migliore prestazione assoluta è stata quella dell’M50 Antonello Laveglia (Forum SC) nei 400 misti, conclusi in 5’08″73 e 981,86 punti. Tra le donne è l’atleta M25 Giulia Fucini (Chimera Nuoto) a far registrare il punteggio più alto nelle prova dei 100 stile libero, vinta in 1’02″47 (934,05 p).
Record italiano M70 per Giuseppe Avellone (Flaminio SC), che ha fatto suo anche l’ultimo primato di specialità che gli mancava, nuotando i 200 dorso in 3’13″19 (912,78 p) e superando così il primato di 3’16”55 stabilito da Sauro Taccini il 13 dicembre 2015.
Due record italiani nella mistaffetta 4x100 mista: la formazione M160-199 della Fonte Meravigliosa Sport (La Rocca-Francesconi-Tenneriello-Cestarelli) ha chiuso in 5’09″08, superando il recente primato della Aqua Fit S. Gregorio (5’42”74), mentre quella M200-239 della Empire Roma (Pandimiglio-Galenda-Tedeschini-Pettini) ha fatto altrettanto chiudendo in 5’08″53 e migliorando così il primato de Il Gabbiano Napoli del 23 maggio 2015 (5’38”53). In un tentativo isolato di record italiano la 4x100 mista M200-239 tutta al femminile della Roma Nuoto Master (Smith-Petracchi D.-Schiavoni-Petracchi C.) ha infine superato, col crono di 5’45″31, il vecchio limite degli Amici del Nuoto Firenze (6’31”55) del 1° novembre 2015.

Ad aggiudicarsi la classifica a squadre, che come da regolamento è stata compilata sommando le migliori 40 prestazioni per squadra e un punteggio a scalare per le prime tre staffette di ogni categoria (2000-1600-1200 punti), è stata la Empire Roma con 37.556,73 punti, che forte dei 4000 punti staffetta conquistati è riuscita proprio grazie a questi ultimi a sopravanzare sia il Forum Sporting Club (34.647,96 p, di cui 1200 punti staffetta), sia il Flaminio Sporting Club (34.145,79 p, senza punti staffetta.

ItalNuoto e Olimpiadi | Luca Sacchi e la tradizione italiana dei misti

1992, Barcellona, Giochi della XXV Olimpiade estiva, come già accaduto nel 1988, per salvare la spedizione dobbiamo aspettare la finale dei 400 misti. Alla sua seconda apparizione tra gli otto più forti del mondo, il 24enne Luca Sacchi reduce da un biennio ad...
Read More

Assoluti 2021 confermati a Riccione dal 31 marzo al 3 aprile. Il 29 marzo fondo indoor

Il Campionato Assoluto primaverile di nuoto si svolgerà dal 31 marzo al 3 aprile allo Stadio del Nuoto di Riccione con la formula delle batterie e delle finali, eccetto che per gli 800 e 1500 stile libero che si disputeranno a serie. Il Campionato Italiano indoor di...
Read More

Raduni Nazionale: continua il lavoro a Cervinia e Roma. Il Salvamento riparte da Milano

Gli azzurri di interesse nazionale continuano la loro preparazione stagionale con diversi raduni. A Roma il Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti vede alternarsi diversi gruppi - qui i precedenti convocati - sono al lavoro da domenica una selezione di...
Read More

ItalNuoto e Olimpiadi | Stefano Battistelli la prima medaglia olimpica maschile

1988, Seul, Giochi della XXIV Olimpiade estiva, la Nazionale Italiana ripone la maggior parte delle speranze nel talentuoso Giorgio Lamberti. Il nuoto azzurro troverà invece la sua prima medaglia maschile grazie ad un 18enne romano. Ed eccoci al sesto appuntamento con...
Read More

Il sogno Olimpico di un bambino

Cosa accade nella testa di un piccolo atleta durante una Olimpiade? Stiamo pensando a tutti quei bambini che sono in età di poter sognare con un minimo di concretezza. Spesso, ogni sportivo individua il proprio modello a cui ispirarsi, una icona, insomma un’atleta che...
Read More

Idoneità alla attività agonistica per atleti non professionisti guariti dal Covid-19

“Se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura” sentenziava ottimisticamente Sun-Tzu nell’Arte della Guerra. E non c’è dubbio che da un anno a questa parte, il nemico pubblico numero uno per la società in generale, e per la comunità dei nuotatori in...
Read More

Manchester International Swim Meet: dalle certezze di Peaty all’ecletticità di Abby Wood

Con il Manchester International Swim Meet torna il grande nuoto in Gran Bretagna. Peaty e company protagonisti assoluti della tre giorni inglese, da dove escono solide conferme come appunto le prestazioni del lord della rana, ma anche piacevoli novità come la...
Read More

ItalNuoto e Olimpiadi | Novella Calligaris: la prima medaglia olimpica azzurra

1972, Monaco di Baviera, Giochi della XX Olimpiade estiva, la storia del nuoto azzurro sta per cambiare dopo oltre 70 anni di "attesa". L’Italia non ha mai vinto una medaglia olimpica nel nuoto in corsia e anche alla vigilia di questo evento le possibili medaglie non...
Read More

Training Lab, affondamento delle gambe: come influisce e come migliorarlo

La resistenza all’avanzamento è un fattore importante da valutare nel nuoto come abbiamo constatato tante altre volte. Tale fenomeno noto anche come “drag” è legato sostanzialmente alla superficie di attrito frontale formata dal corpo del nuotatore, ma anche...
Read More

Speciale MasterS, due record ai Regionali Emilia Romagna 2021

Si sono svolti nella singola giornata di domenica 7 febbraio i Campionati Regionali Emilia Romagna inizialmente programmati per l'intero weekend presso la piscina coperta dello Stadio del Nuoto di Riccione (vasca da 25 a 10 corsie). La manifestazione organizzata...
Read More

200 sl
La M35 del CC Aniene Sara Alfonsi precede all’arrivo (2’23″52 e 898,13 p) Tiziana Tedeschini, M45 della Empire Roma, miglior tabellare in 2’26″29 e 915,44 punti.
Tra gli uomini vanno oltre i 900 punti due atleti dello SC Tuscolano, l’M30 Daniele Dezi (2’06″52 e 905,39 p) e l’M35 Andrea Barisiello (2’08″74 e 902,13 p).

50 do
La detentrice del primato italiano M25 Laura Buca (Flaminio SC) fa registrare miglior crono e tabellare in 32″71 e 930,30 punti; ottimo tempo anche per la compagna di squadra M50 Giordana Liverini, che ferma il cronometro a 35″87 e 928,63 punti.
Nell’ultima batteria sfida a tre con l’M45 Gianluca Lapucci (Larus) che tocca primo alle piastre in 30″19 (947,33 p) davanti a Francesco Pettini (Empire), primo tra gli M50 in 31″62 (923,15 p) e ad Alessandro Bonanni (Vis Nova Roma), oro M55 in 31″82 (961,97 p), ad appena tre decimi dal record italiano di categoria.

200 fa
La M25 Laura Savo (Panta Rei) è autrice di un’ottima prova da 2’33″90 (910,14 p).
Tra gli uomini solo il compagno di squadra M30 Ivan Merli riesce a superare i 900 punti nuotando in 2’20″05 (904,5e), mentre l’M55 Francesco Sennis (Arvalia Swimming Fitness) si ferma a poco più di tre secondi dal record italiano di categoria, chiudendo in 2’44″60 e 888,40 punti.

50 sl
Miglior crono e tabellare per la M45 Alessia Checconi (SC Tuscolano), che vince in 30″17 (914,15 p); buona prova per Giordana Liverini (Flaminio SC), prima tra le M50 in 31″55 (903,65 p), mentre tra le M60 vince Liana Corniani (Forum) col tempo di 34″85 (881,21 p).
Il più veloce tra gli uomini è l’M30 Matteo Ciardullo (Nautilus), che nuota in 24″61 e 937,42 punti; ottime prove anche per Gabriele Viola (Larus), oro M40 in 26″30 (914,45 p), per Alessandro Salvatori (Larus), primo tra gli M50 in 27″19 (917,98 p) e per l’M55 Francesco Sennis (27″76 e 928,67 p).

200 ra
La M25 Dimitra Kaitsas (CSI Roma Flaminio) chiude prima alle piastre col miglior crono e tabellare (2’53″52 e 921,45 p).
Fa altrettanto nell’ultima batteria maschile l’M45 Stefano Di Fazio (Panta Rei), primo in 2’45″01 (919,58 p).

400 mx
In apertura della sessione pomeridiana è la M50 Daniela Cancellara (Villaggio Sport Eschilo) a vincere la fida a due in campo femminile, chiudendo in 7’16″70 (773,85 p).
A precedere all’arrivo Antonello Laveglia, che come ricordato in apertura fa registrare la migliore prestazione maschile del trofeo, è l’M30 Mario Fabiani (Augustea SC), che chiude in 5’02″67 (914,33 p). Tra gli M45 buona prova in 5’15″55 (928,63 p) per Marco Tenderini (Flaminio SC).

50 ra
La M25 Fabiana Sabbatini (Augustea SC) fa registrare miglior crono femminile (36″31 e 908,29 p), precedendo all’arrivo Lucia Corvo (Forum), prima tra le M40 in 37″87 (904,94 p); il miglior tabellare è di Daniela Petracchi (Roma N Master), oro M50 in 39″73 (920,97 p).
Tra gli uomini l’M35 Andrea De Bellis (Empire) si aggiudica l’ultima batteria in 32″35 e 905,41 punti, ma il miglior tabellare (33″10 e 912,39 p) è dell’M45 Raffaele Felisati (Nautilus).

100 sl
Come ricordato in apertura, la M25 Giulia Fucini sigla la migliore prestazione femminile del trofeo; seconda all’arrivo, e a poco più di 2 punti di distacco, è la M35 Sara Alfonsi (1’03″53 e 931,84 p). Tra le M45 vince Alessia Checconi in 1’06″60 (912,46 p).
Il migliore in termini cronometrici è ancora una volta l’M30 Matteo Ciardullo, che nuota in 56″88 e 903,66 punti; ottime prestazioni tra gli M50, con un podio tutto over 900: Alessandro Salvatori (59”23 e 934,32 p) si mette alle spalle due atleti del CC Aniene, Alvise Rittore (1’00″14 e 920,19 p) e Luca Josi (1’01″28 e 903,07 p).

50 fa
Miglior crono per la M25 Giulia Fucini (31″77 e 887,00), ma è la M60 Liana Corniani a far segnare il miglior tabellare (37″44 e 899,84 p).
Tra gli uomini dominio dell’M40 Luca Belfiore (Fonte Meravigliosa Sport), primo alle piastre in 27″22 e 943,42 punti; buona prova anche per l’M50 Alvise Rittore (29″44 e 912,02 p) e per l’M70 Antonio D’Oppido che chiude in 34″95 (910,73 p).

200 do
La M45 Tiziana Tedeschini chiude davanti a tutte all’arrivo, con miglior crono e tabellare da 2’43″74 (930,93 p).
Nell’ultima batteria della gara in cui Giuseppe Avellone (Flaminio SC) nuota il nuovo record italiano M70, come ricordato in apertura, è l’M30 Roberto Tuccillo a piazzarsi davanti a tutti all’arrivo col suo 2’18″13 (923,70 p), precedendo l’M50 Antonello Laveglia (2’31″87 e 930,47 p).

(Foto copertina: Fabio Cetti | Corsia4)

Tutti i Video delle ultime batterie sulla nostra pagina Facebook

guarda i VIDEO