Sicuramente la bella notizia di questa mattina è il pass per Rio di Federico Bocchia, un ragazzo alla soglia dei 30 anni che corona il sogno olimpico, atleta estroverso per i suoi colorati, divertenti e eclettici travestimenti durante le competizioni in casa: se lui oggi vede il suo lavoro e il suo impegno premiati, per altri è stata una giornata amara.

La brutta notizia di stamani è aver visto un Marco Orsi senza sorriso, deluso e amareggiato, quasi in lacrime… Non ricordiamo il Bomber senza la sua allegria, eravamo abituati a vederlo sempre sorridente, anche quando i risultati non erano soddisfacenti, riusciva sempre a essere positivo, ma stamani la delusione era davvero tanta anche per lui. Era il suo anno, il suo momento, avrebbe avuto la possibilità di atterrare in Brasile e sfidarsi con i big mondiali della velocità per aggiudicarsi un podio olimpico.

Era partito alla volta di Londra con la speranza di riuscire nel miracolo, ma era difficile e lo sapeva bene, purtroppo il recentissimo “stop” per via del virus che lo ha colpito è stato fatale per la sua stagione.
Con l’esclusione dalla semifinale dei 50, che gli impedisce di superare il 22.06 di Bocchia all’Assoluto di Riccione che vale il pass olimpico, ora per una gara individuale resta ancora un posto libero nei 100 stile libero (48.59, da nuotare al Sette Colli).

Non sarà semplice, ma siamo sicuri che tutte le persone che ti seguono e tifano per te saranno pronte a darti il loro sostegno, Forza Marco!

Stamani versione superveloce di batterie, 1 ora poco più di eurovisione da Londra, giusto il tempo di aver preso un caffè, forse 2 per combattere la noia iniziale, una brioche e via!

Sono ben 18 gli italiani impegnati in questa sessione.

Castiglioni, Carraro, Scarcella e Fissneider queste sono le 4 azzurre in vasca per i 50 rana, una gara orfana delle grandi protagoniste dello stile a ranocchia, dove non si leggono i nomi di Rūta Meilutytė e Julija Efimova (quest’ultima nuovamente graziata dalla FINA… ma non presente in assoluto alla competizione europea), che hanno lasciato spazio a tutte le ragazze in gara.
Castiglioni è il miglior crono italiano 31.02, seguita a ruota dalla Carraro 31.27, mentre Scarcella e Fissneider sono le escluse dalla semifinale: Ilaria che ha perso l’ultima occasione per rendere meno impalpabile la sua presenza europea, mentre Lisa si dice dispiaciuta ma contenta di aver partecipato (ma noi ci chiediamo altro e soprattutto perché?).

ItalNuoto e Olimpiadi | Luca Sacchi e la tradizione italiana dei misti

1992, Barcellona, Giochi della XXV Olimpiade estiva, come già accaduto nel 1988, per salvare la spedizione dobbiamo aspettare la finale dei 400 misti. Alla sua seconda apparizione tra gli otto più forti del mondo, il 24enne Luca Sacchi reduce da un biennio ad...
Read More

Assoluti 2021 confermati a Riccione dal 31 marzo al 3 aprile. Il 29 marzo fondo indoor

Il Campionato Assoluto primaverile di nuoto si svolgerà dal 31 marzo al 3 aprile allo Stadio del Nuoto di Riccione con la formula delle batterie e delle finali, eccetto che per gli 800 e 1500 stile libero che si disputeranno a serie. Il Campionato Italiano indoor di...
Read More

Raduni Nazionale: continua il lavoro a Cervinia e Roma. Il Salvamento riparte da Milano

Gli azzurri di interesse nazionale continuano la loro preparazione stagionale con diversi raduni. A Roma il Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti vede alternarsi diversi gruppi - qui i precedenti convocati - sono al lavoro da domenica una selezione di...
Read More

ItalNuoto e Olimpiadi | Stefano Battistelli la prima medaglia olimpica maschile

1988, Seul, Giochi della XXIV Olimpiade estiva, la Nazionale Italiana ripone la maggior parte delle speranze nel talentuoso Giorgio Lamberti. Il nuoto azzurro troverà invece la sua prima medaglia maschile grazie ad un 18enne romano. Ed eccoci al sesto appuntamento con...
Read More

Manchester International Swim Meet: dalle certezze di Peaty all’ecletticità di Abby Wood

Con il Manchester International Swim Meet torna il grande nuoto in Gran Bretagna. Peaty e company protagonisti assoluti della tre giorni inglese, da dove escono solide conferme come appunto le prestazioni del lord della rana, ma anche piacevoli novità come la...
Read More

ItalNuoto e Olimpiadi | Novella Calligaris: la prima medaglia olimpica azzurra

1972, Monaco di Baviera, Giochi della XX Olimpiade estiva, la storia del nuoto azzurro sta per cambiare dopo oltre 70 anni di "attesa". L’Italia non ha mai vinto una medaglia olimpica nel nuoto in corsia e anche alla vigilia di questo evento le possibili medaglie non...
Read More

Japan Open e Golden Tour 2021, il recap del fine settimana da Tokyo a Nizza

No stop di nuoto nel week end lungo appena concluso. Giappone e Francia sugli scudi, rispettivamente con i Japan Open in diretta da Tokyo e la prima tappa del Golden Tour Camille Muffat da Nizza. Dopo la Kosuke Kitajima Cup di fine gennaio, altro appuntamento di...
Read More

ItalNuoto e Olimpiadi | Mondiali e Olimpiadi a confronto

“Una medaglia olimpica vale una carriera”. La maggior parte dei nuotatori – e degli sportivi in generale - sarà d’accordo con questa affermazione, ed i motivi sono diversi. Ed eccoci al quarto appuntamento con la rubrica che ci accompagnerà - speriamo - verso le...
Read More

Collegiali a Livorno, Roma per nuoto e fondo. Altura a Font Romeu in Francia

Gli azzurri di interesse nazionale tornano al lavoro con diversi collegiali, a Roma il Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti ospiterà sia una selezione di nuotatori che i due fondisti Bruni e Sanzullo, mentre il gruppo Morini sarà a Livorno. La sede di...
Read More

ItalNuoto e Olimpiadi | Medaglie vs Gare… questione di timing

Ed eccoci al terzo appuntamento con la rubrica che ci accompagnerà - speriamo - verso le prossime Olimpiadi di Tokyo2020one. Dopo aver scoperto il Medagliere azzurro e i numeri delle presenze gara olimpiche vediamo come metterli in relazione. Vi racconteremo, con...
Read More

Nella gara sprint dei 50 stile libero sono sempre 4 gli italiani impegnati, Dotto, Bocchia, Guttuso (22.88) e Orsi. Di Marco abbiamo già detto tutto tranne il suo tempo nuotato cioè 22.45, i qualificati sono Luca Dotto e Federico the King Shark Bocchia (22.32 e 22.41), quest’ultimo nonostante la sua partenza con la Grab-Start e una reazione dal blocco troppo lenta (0.87). Di poche parole ma di buona volontà, la sua acconciatura da moicano gli ha portato bene perché sarà il sostituto di Marco Orsi nella spedizione per Rio!
Il neocampione europeo nei 100 stile libero, nonostante le sue poche ore di sonno, si culla ancora nella gioia del suo traguardo e anche Claudio Rossetto spende ottime parole per lui: “quando le cose vengono facili va sempre bene, ma quando c’è da ricostruire tutto dall’inizio la soddisfazione è doppia!”. Anche da parte del coach azzurro arrivano parole dispiaciute per il Bomber, soprattutto per l’ottimo lavoro e le tante fatiche spese dall’incolpevole Marco.

In acqua c’era anche Monsieur Florent Manaudou che ha messo subito le cose in chiaro con un 22.18!

Niente 200 farfalla per Katinkona Hosszú, ha rinunciato per tattica o per non dover scontrarsi con la Belmonte?
Proprio della catalana Mireia è il miglior crono della mattina 2.09.70, lei che proprio in quel di Londra nel 2012 fu argento olimpico, ha centellinato fino a stamani la sua presenza in questi europei: vedremo se la scelta è stata giusta.
Tris di donne in tricolore, Pirozzi, Polieri (2.10.37) e Cusinato (2.13.41), passano le prime due, dove la bionda partenopea piazza un buon 2.10.20, in zona Caporale si lascia andare e dopo aver dichiarato che non è contenta della sua attuale forma lancia un “Ride bene chi ride ultimo!” curiosa.

Al tris di donne nei 200 farfalla ne risponde un’altro nei 50 stile libero, Di Pietro, Ferraioli e Pezzato (25.85).
Silvia ed Erika, anche se non nella stessa batteria, nuotano lo stesso tempo 25.35, tempo gettonassimo stamani dato che anche la svedese Alshammar lo nuota: proveremo a giocarlo al lotto! L’olandese Kromowidjojo nuota con una straordinaria semplicità un 24.80 seguita dalla Ottesen 24.98. Ne vedremo delle belle in finale!

La mattina si chiude con la staffetta 4x200 al maschile, dove gli ultimi 4 italiani in gara in questa sessione di gare sono D’Arrigo, Megli, Boffa e Magnini: 7.14.34, sesto tempo per gli azzurri alle spalle di Ungheria (7.12.46), Gran Bretagna (7.13.68), Francia (7.13.83), Belgio (7.13.97) e Olanda (7.14.07). Formazione che muterà al pomeriggio… speriamo di mettere in saccoccia altre medaglie!

Campionato Europeo vasca lunga 2016 – Londra 16-22 maggio

Segui e commenta l’evento sul Forum di Corsia 4

apri il THREAD