Mentre l’uragano Katie viaggia liscio verso la qualificazione, grosse sorprese continuano ad arrivare dai favoriti. Se ieri avevamo dei dubbi sulla 4×200 maschile americana con un Phelps che si risparmia per i 200 farfalla e un Lochte in affanno, beh, oggi ci siamo dovuti ricredere!

Nei 100 dorso a casa i campioni olimpici della specialità Grevers, Coughlin e Franklin, largo ai giovani! Nella rana femminile si conferma la King, Rūta e Yuliya – se ri-abilitata –  siete avvisate!

Questo e altro nel terzo giorno degli U.S. Olympic Team Trials di Omaha.

200 stile uomini, prestazioni da paura e da chi non ti aspetti! Lochte fuori e tempi vicinissimi con una 4x200 che, ebbene si, punta decisa all’oro di Rio.
1’45.66 Townley Haas, 1’45.67 Conor Dwyer, 1’45.77 Jack Conger, e pure il terzo sarebbe da medaglia, ma fará ‘solo’ la staffetta! Ryan Lochte finisce quarto in 1’46.62 con una chiusura da 28″ che lo ha di fatto escluso, come nei 400 misti dalla qualificazione olimpica. Sembra essere arrivato ai Trials un po’ troppo pesante, nel passato era talmente netta la sua supremazia che se lo poteva permettere, ora l’anagrafica non perdona e si trova a duellare con chi ha 5/10 anni meno di lui… e si sente!

100 dorso donne, Franklin e Coughlin fanno ciao-ciao a Rio. Le due ex campionesse olimpiche della distanza chiudono la finale nelle ultime due posizioni e rovinosamente sopra il minuto (1’00.24 e 1’00.48). Qualificate Olivia Smoliga vincente in 59.02 e Kathleen Baker con 59.29, l’altra giovane Amy Bilquist si migliora fino a 59.37, ma non abbastanza per agguantare il pass.

100 dorso uomini, era nell’aria ma abbiamo atteso il riscontro del cronometro: un altro oro olimpico fuori dai giochi. Grevers molla il colpo e chiude terzo in 52.76, fatto fuori dal coetaneo David Plummer in 52.28 e soprattutto dal 21enne Ryan Murphy che vince in 52.26. Ottimo crono anche per Jacob Pebley quarto in 52.95.

100 rana donne, c’è una nuova regina: Lilly King vince e si conferma con il miglior tempo mondiale dell’anno 1’05.20, terza americana più veloce di sempre (davanti a lei solo Hardy 1’04.45 e Soni 1’04.84). La lotta per Rio la vince anche Katie Meili seconda in 1’06.07, mentre Molly Hannis con 1’06.65 rimane a casa: la dura legge dei trials. Fuori l’ennesimo oro olimpico, anche se di staffetta, Jessica Hardy sesta in 1’07.73.

ItalNuoto e Olimpiadi | Luca Sacchi e la tradizione italiana dei misti

1992, Barcellona, Giochi della XXV Olimpiade estiva, come già accaduto nel 1988, per salvare la spedizione dobbiamo aspettare la finale dei 400 misti. Alla sua seconda apparizione tra gli otto più forti del mondo, il 24enne Luca Sacchi reduce da un biennio ad...
Read More

Assoluti 2021 confermati a Riccione dal 31 marzo al 3 aprile. Il 29 marzo fondo indoor

Il Campionato Assoluto primaverile di nuoto si svolgerà dal 31 marzo al 3 aprile allo Stadio del Nuoto di Riccione con la formula delle batterie e delle finali, eccetto che per gli 800 e 1500 stile libero che si disputeranno a serie. Il Campionato Italiano indoor di...
Read More

Raduni Nazionale: continua il lavoro a Cervinia e Roma. Il Salvamento riparte da Milano

Gli azzurri di interesse nazionale continuano la loro preparazione stagionale con diversi raduni. A Roma il Centro di preparazione olimpica Giulio Onesti vede alternarsi diversi gruppi - qui i precedenti convocati - sono al lavoro da domenica una selezione di...
Read More

ItalNuoto e Olimpiadi | Stefano Battistelli la prima medaglia olimpica maschile

1988, Seul, Giochi della XXIV Olimpiade estiva, la Nazionale Italiana ripone la maggior parte delle speranze nel talentuoso Giorgio Lamberti. Il nuoto azzurro troverà invece la sua prima medaglia maschile grazie ad un 18enne romano. Ed eccoci al sesto appuntamento con...
Read More

Il sogno Olimpico di un bambino

Cosa accade nella testa di un piccolo atleta durante una Olimpiade? Stiamo pensando a tutti quei bambini che sono in età di poter sognare con un minimo di concretezza. Spesso, ogni sportivo individua il proprio modello a cui ispirarsi, una icona, insomma un’atleta che...
Read More

Idoneità alla attività agonistica per atleti non professionisti guariti dal Covid-19

“Se conosci il nemico e te stesso, la tua vittoria è sicura” sentenziava ottimisticamente Sun-Tzu nell’Arte della Guerra. E non c’è dubbio che da un anno a questa parte, il nemico pubblico numero uno per la società in generale, e per la comunità dei nuotatori in...
Read More

Manchester International Swim Meet: dalle certezze di Peaty all’ecletticità di Abby Wood

Con il Manchester International Swim Meet torna il grande nuoto in Gran Bretagna. Peaty e company protagonisti assoluti della tre giorni inglese, da dove escono solide conferme come appunto le prestazioni del lord della rana, ma anche piacevoli novità come la...
Read More

ItalNuoto e Olimpiadi | Novella Calligaris: la prima medaglia olimpica azzurra

1972, Monaco di Baviera, Giochi della XX Olimpiade estiva, la storia del nuoto azzurro sta per cambiare dopo oltre 70 anni di "attesa". L’Italia non ha mai vinto una medaglia olimpica nel nuoto in corsia e anche alla vigilia di questo evento le possibili medaglie non...
Read More

Speciale MasterS, due record ai Regionali Emilia Romagna 2021

Si sono svolti nella singola giornata di domenica 7 febbraio i Campionati Regionali Emilia Romagna inizialmente programmati per l'intero weekend presso la piscina coperta dello Stadio del Nuoto di Riccione (vasca da 25 a 10 corsie). La manifestazione organizzata...
Read More

Japan Open e Golden Tour 2021, il recap del fine settimana da Tokyo a Nizza

No stop di nuoto nel week end lungo appena concluso. Giappone e Francia sugli scudi, rispettivamente con i Japan Open in diretta da Tokyo e la prima tappa del Golden Tour Camille Muffat da Nizza. Dopo la Kosuke Kitajima Cup di fine gennaio, altro appuntamento di...
Read More

Passiamo quindi alle semifinali, si apre il pomeriggio di gare con i 200 stile donne: Katie Ledecky 1.55.10, Leah Smith 1.56.73 (prevedibile dopo il passaggio dei 400), Allison Schmitt 1.57.05 e Missy Franklin 1.57.33. In ottica 4x200 sembrano imbattibili e a meno di sorprese sappaimo già chi farà le individuali.

200 farfalla uomini, Michael Phelps è in finale con il primo crono di 1’55.17 (VIDEO), si nota la chiusura a 31.11: crollo o freno a mano tirato? Lo scopriremo domani in finale. Dietro al Kid, con il coltello fra i denti, gli altri finalisti tutti dentro un secondo scarso dal 1’56.27 di Clark all’ultimo tempo utile di 1’57.10.

200 misti donne, tutto scontato: Dirado, Margalis, Cox, Leverenz in finale con tempi fra 2.10.09 e 2.11.42. Katinka permettendo potrebbero essere tutte pretendenti al podio di Rio. Segnaliamo l’assenza di Elizabeth Beisel, seconda qualificata nei 400 misti, che si è infortunata durante il riscaldamento (NEWS da Swimswam.com)

Oggi le batterie dei 100 stile uomini con la nuova rinuncia di Phelps… il suo futuro nello stile libero è incerto, niente staffette a Rio? A seguire i 200 rana maschili e 200 farfalla femminili.

(foto copertina: USA swimming on Facebook)