Select Page

Cagnotto-Dallapè dominano dai 3m, Daley da lode nella piattaforma

Cagnotto-Dallapè dominano dai 3m, Daley da lode nella piattaforma

Cala il sipario anche sulla disciplina dei tuffi ai Campionati Europei con un ultima giornata piena di emozioni che regala ancora una medaglia e del metallo più prezioso!

La prima finale, la piattaforma 10m maschi, ha visto in gara l’azzurro Maicol Verzotto, escluso Vladimir Barbu che aveva chiuso al 15° posto le eliminatorie del mattino. Ma è la sfida DaleyMinibaev a tenere banco.

Per l’Italia è l’ultima gara in programma la più attesa con pronte sulla tavola la coppia Dallapè-Cagnotto dai 3m che ora possiamo dirlo… ha chiuso in bellezza questo campionato!

Facciamoci accompagnare in questa ultima giornata da Nicola Marconi.

Londra, l’ultima gara dei Campionati Europei ha visto nuovamente il trionfo di Tania Cagnotto e Francesca Dallapè che oggi hanno vinto la loro ottava medaglia d’oro consecutiva!

Si era visto fin dal primo tuffo, Tania e Francesca sono apparse da subito concentrate e rilassate, ma sopratutto molto sincronizzate; hanno guidato la classifica dal primo all’ultimo salto, aumentando il distacco con le altre coppie tuffo dopo tuffo, fino al trionfo finale.

Per loro un punteggio da capogiro, 327.81 punti, che le potrebbe facilmente portare sul podio anche alle Olimpiadi di Rio!

Dietro le azzurre le britanniche Alicia Blagg e Rebecca Gallantree che sono state sicuramente bravissime, ma che nulla hanno potuto contro il nostro strapotere; in terza posizione le russe Nadezhda Bazhina e Kristina Ilinykh che comunque hanno sbagliato molto.

ciao Emanuele…

Un grave lutto ha colpito la Redazione di Corsia4. Una perdita che non ci permette di guardare avanti, di continuare a coltivare questo progetto che con tanta passione proprio Emanuele aveva fatto nascere insieme a noi. Un team, una cerchia di amici con la stessa...
Read More

TYR Pro Swim Series: a Indianapolis è Ledecky show

Quarto appuntamento stagionale per le TYR Pro Swim Series direttamente da Indianapolis. Dopo l’ultima tappa di Mesa (leggi il REPORT) dove i big americani ancora sonnecchiavano o erano addirittura assenti, Indianapolis regala probabilmente la miglior tappa del neonato...
Read More

Swim Stats, Il Re della Piscina

Chi è il più forte atleta nella storia dei 100 metri stile libero? Come nell’atletica i 100 metri piani, così nel nuoto i 100 metri stile libero sono da sempre considerati la “Gara Regina” di tutto il programma. Se escludiamo l’edizione del 1900 e quella del 1904...
Read More

Open Water FINA World Series: quanto sono azzurre queste Seychelles!

Azzurre, e cristalline, le acque dell’Oceano Indiano che baciano questo arcipelago paradisiaco, sebbene gli alisei in forza abbiano portato qualche temporale burrascoso sul campo gara di Beau Vallon. Azzurre, e anche prepotentemente tricolori, queste World Series...
Read More

Glasgow 2018, contributi e premi dei prossimi Campionati Europei

Un'estate all'insegna dello sport per la città di Glasgow che ospiterà diverse manifestazioni contintentali dal 2 al 12 agosto prossimi, oltre agli sport acquatici si disputeranno infatti i Campionati Europei di altre discipline: ciclismo, golf, ginnastica,...
Read More

La forma dell’Acqua

Abbiamo parlato tante volte di quanto il nuoto ci metta a nudo di fronte alle nostre paure, costringendoci ad affrontare i più grandi limiti e a superarci, sul cronometro ma anche nei nostri profondi ostacoli caratteriali. Meno spesso ci siamo soffermati a riflettere...
Read More

Giro del mondo: Koch niente Glasgow, ok Park e Grabich

Tre obbiettivi per diversi per altrettante Nazionali. PanPacific Games per l’Argentina - dal 9 al 13 agosto a Tokyo- Asian Games per la Corea del Sud - dal 19 al 24 agosto a Jacarta - e Campionati Europei per la Germania dal 3 al 9 agosto a Glasgow. Tedeschi che sanno...
Read More

Swimvortex chiude: la sconfitta dei media acquatici

Io non sono un giornalista. Era una delle tante strade che si erano parate davanti, poi ho scelto la mia. Liz Byrne è una giornalista: la conosco perché durante i Mondiali di Budapest dello scorso anno me la ritrovavo spesso accanto in zona mista o in sala stampa. Fu...
Read More

Energy Standard Cup: vince l’Italia!!!

Nell’ultimo week end di aprile è tempo di gare a Lignano Sabbiadoro, più precisamente del quadrangolare giovanile che dal 2014 riempe la piscina olimpionica Getur della città friulana. Italia ai ranghi di partenza con un parterre nato tra Criteria e Assoluti che punta...
Read More

Come preparare la borsa da nuoto perfetta!

Ho sempre pensato che preparare la borsa del nuoto fosse un po’ come riempire la valigia per un lungo viaggio. A volte ci sembra di aver portato con noi proprio tutto ma improvvisamente, mentre stiamo compiendo un gesto della nostra routine fuori dai nostri abituali...
Read More

La finale della piattaforma maschile, la gara “regina”, non ha tradito le attese: un vero susseguirsi di tuffi ad altissimo livello tra il britannico Tom Daley ed il russo Victor Minibaev, mentre gli altri concorrenti cercavano di star loro dietro, Maicol Verzotto compreso.

Già questa mattina, durante l’eliminatoria, si era capito che questi due atleti avrebbero fatto una “gara nella gara”, ma nessuno si aspettava un duello così intenso: coefficienti altissimi, tuffi da 90 punti e più, ma al quarto round Minibaev ha “mollato” per un attimo, sbagliando l’entrata della verticale e doppio e mezzo indietro con due avvitamenti e mezzo ed entrando scarso. Daley non si è lasciato sfuggire l’occasione è con il quadruplo e mezzo avanti ha preso il largo, anticipando il russo di 24 punti. A nulla è servito il triplo e mezzo indietro carpiato da 97 punti del russo, il britannico con il triplo e mezzo rovesciato ha allungato ancora di più la distanza e con il tuffo conclusivo, il triplo e mezzo indietro carpiato, ha definitivamente suggellato la sua vittoria con il”monster score” di 570.50 punti, una vittoria eccezionale.

Minibaev ha concluso ovviamente al secondo posto con 524.60 punti, mentre la medaglia di bronzo è andata a Nikita Shleikher – classe 1998 – che ha “passato” il veterano Sasha Klein (GER) per appena due punti!

Maicol Verzotto ha saltato decisamente bene e rispetto alla mattina ha migliorato ogni suo singolo tuffo di almeno 6/7 punti, concludendo con il doppio e mezzo indietro con un avvitamento e mezzo da 76.80 punti, il salto migliore della gara. Per lui l’ottimo punteggio di 424.05 punti, ottimo soprattutto in ottica Olimpiadi (dita incrociate per il suo pass, nulla è ancora certo) e la nona posizione.

Tania Cagnotto, insieme a Tom Daley per la parte maschile, è stata insignita del premio come miglior tuffatrice europea, non solo per i tre ori e l’argento vinti qui a Londra, ma per tutti i risultati ottenuti nella passata stagione agonistica. A premiarla è stato il “suo” presidente Paolo Barelli, fresco di rielezione come presidente della LEN, la federazione europea di nuoto.

La “ciliegina sulla torta”, è proprio il caso di dirlo visto che Tania festeggiava il suo 31º compleanno, per concludere in bellezza un Campionato Europeo che ha visto l’Italia piazzarsi in prima posizione per il medagliere femminile e seconda, dietro alla Gran Bretagna ma davanti all’Ucraina, per il medagliere generale.

Nella classifica generale delle squadre l’Italia è quinta con 153 punti, dietro a Gran Bretagna (243), Russia (225), Ucraina (215) e Germania (174).

(foto copertina: from LEN e-news free licence | Deepbluemedia)

[ranking_table data1=”DALEY Thomas | GBR | 570.50 p” data2=”MINIBAEV Viktor | RUS | 524.60 p” data3=”SHLEIKHER Nikita | RUS | 480.90 p”]Piattaforma 10m Maschi[/ranking_table]
[ranking_table data1=”Cagnotto/Dallapè | ITA| 327.81 p” data2=”Blagg/Gallantree | GBR| 319.32 p” data3=”Bazhina/Ilinykh | RUS | 304.20 p”]Trampolino 3m Sincro Femmine[/ranking_table]

About The Author

Nicola Marconi

Campione e super esperto di Tuffi, segue il suo mondo e ce lo racconta sempre con grande puntualità sul suo sito TuffiBlog

Ultimi Tweet

?>