I 100 farfalla sono tra le pochissime specialità Olimpiche introdotte nel programma prima al femminile – Melbourne 1956 – che al maschile a Città del Messico 1968.

Come risultato abbiamo 31 campioni olimpici, 14 uomini e 17 donne, distribuiti su 10 Nazioni, con gli USA a recitare il solito ruolo di dominatori assoluti (8 ori uomini, 6 donne). Per l’Italia, soltanto una presenza in finale, quella di Ilaria Bianchi, quinta a Londra 2012 a 3 decimi dal bronzo.

La lista delle campionesse olimpiche dei 100 farfalla è lunga e variegata e non presenta nessuna atleta in gradi di ripetersi nell’impresa di vincere l’oro a cinque cerchi.

Non mancano i nomi illustri, dalla tedesca dell’est Kornelia Ender, dominatrice delle piscine negli anni ’70, a Inge De Bruijn, olandese superstar di Sydney 2000, fino a Sarah Sjöström, che è anche la sesta in grado di abbassare il world record nella finale delle finali.

A Tokyo, la canadese Maggie MacNeil ha vinto sfiorando il record della svedese, tempo che alla data attuale resiste ancora ma che sembra molto prossimo alla caduta.

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 misti

I 200 misti fanno parte del programma olimpico da dodici edizioni: inseriti nel 1968 sia al maschile che al femminile, hanno saltato le edizioni del 1976 e del 1980, anni nei quali si disputarono solo i 400 misti. Il club dei campioni è quindi ristretto a ventiquattro...

Fatti di nuoto Weekly: Elogio primaverile a Summer McIntosh

La primavera è una stagione straordinaria, forse la più bella. Più dell’inverno, che sa essere romantico ma anche rigido; più dell’autunno, che con i suoi colori è affascinante ma malinconico; più dell’estate, eccitante ma insopportabile nei suoi eccessi. Oggi, in...

60° Sette Colli | A Roma si comopleta la squadra Olimpica per Parigi 2024

Ci saranno tanti azzurri al via per il 60° Trofeo Sette Colli - Internazionali di nuoto, che si disputerà allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, da venerdì 21 a domenica 23 giugno. Oltre ai prestigiosi titoli della manifestazione, in palio anche gli ultimi...

Road to Parigi, il Recap dei Trials Canadesi

In Canada sono tutti pronti! Dopo un’intensa settimana di Trials, il team della foglia d’acero ha tirato fuori i suoi alfieri che voleranno a Parigi a caccia di medaglie. Saranno in 29 a difendere i colori canadesi in quel dei Giochi, e le ambizioni sono tutt’altro...

Il Nuoto alle Olimpiadi di Parigi 2024: i 200 farfalla

I 200 farfalla, una delle gare più dure del programma natatorio in vasca, hanno una storia olimpica abbastanza recente: i maschi si sfidano sulla distanza da Melbourne 1956 (per un totale di 17 campioni), mentre le donne da Città del Messico 1968 (14 campionesse).Il...

Fatti di nuoto Weekly: semplici problemi, semplici soluzioni

Con i Trials brasiliani alle spalle e quelli canadesi in corso (#hype McIntosh), Fatti di nuoto Weekly torna nelle vostre bacheche per tessere un filo che parte da Lia Thomas, passa da Ahmed Hafnaoui, Kristóf Milák e Michael Phelps per concludersi con Nicolò...

Tra i 14 campioni olimpici dei 100 farfalla uomini ci sono nomi dallo spessore storico enorme. Per citarne alcuni, c’è Mark Spitz in uno dei suoi 7 titoli nella storica edizione di Monaco 1972, c’è Anthony Nesty, primo uomo di colore a fregiarsi dell’oro Olimpico a Seoul 1988, c’è l’albatros Michael Gross campione a Los Angeles 1984 e c’è il russo Denis Pankratov, re delle super subacquee vincitore ad Atlanta 1996.

Ma il protagonista assoluto della distanza è indubbiamente Michael Phelps, campione per tre volte di fila (2004-2008-2012) e sul podio anche a Rio 2016, argento insieme a Chad Le Clos e László Cseh, tutti battuti a sorpresa da Joseph Schooling.

Il campione in carica è Caeleb Dressel, che nella sua routine agonistica precedente al 2022 basava il proprio programma gare su questa distanza, della quale è anche recordman del mondo.

La Curiosità

A Pechino 2008 Michael Phelps è impegnato nella sua Olimpiade, quella della storia, quella degli 8 ori e del record assoluto di titoli a cinque cerchi. Sulla sua strada trova un rivale che è deciso a non dare per scontato l’impresa: si tratta di Milorad Čavić, il serbo che dà del vero filo da torcere al talento di Baltimora, insidiando fino all’ultimo centimetro il settimo oro di Phelps.

Čavić conduce la gara in testa ed a pochi metri dal traguardo Phelps sembra non poter più rientrare. Ma l’inerzia dello scontro cambia, ed il ragazzo di Baltimora trova le forze per rientrare a ridosso del rivale. L’arrivo è al cardiopalma, di quelli che nemmeno il replay al rallentatore riesce a chiarire, tanto che la nazionale serba presenta anche un ricorso ufficiale. Ma l’oro è di Phelps, che può così portare a termine la più grande impresa Olimpica di sempre.

Parigi 2024

I 100 farfalla Olimpici sono attesi, in entrambi i settori, forse come non mai nella storia, e il motivo sta nel grande hype e la grande incertezza che c’è intorno ai protagonisti di questa gara. Tra le donne, abbiamo visto di recente Torri Huske sfiorare il record del mondo in una tappa delle TYR Pro Swim Series, e non è detto che si arrivi a Parigi con il limite ancora intatto. In questo momento è l’americana la favorita, ma non sono da escludere Maggie MacNeil e Zhang Yufei, capaci di crono e prestazioni simili, ma anche Angelina Kholer, Gretchen Walsh e, chissà, Emma McKeon, tutte pronte a giocarsi una finale che potrebbe essere tra le più spettacolari del programma.

Anche al maschile non si scherza, anzi il computo dei pretendenti attuali fa davvero paura. Ad oggi abbiamo sotto i 51 secondi già sei atleti, Noè Ponti, Matt Temple, Katsuhiro Matsumoto, Hubert Kos, Caeleb Dressel e Kristóf Milák, e la lista potrebbe allungarsi a breve.

Per chi tifo? Dressel, Matsumoto, Ponti, in quest’ordine. Chi vincerà? Milak, non so perché ma ho questa sensazione. In ogni caso sarà spettacolo.

Parigi 2024 - Approfondimenti gara per gara

Foto: Fabio Cetti | Corsia4