Le feste sono finite grazie all’Epifania che a noi, oltre a quintali di carbone – tutta colpa di Darkpool! – ha portato un po’ di notizie fresche fresche da tutto il mondo.

E’ iniziato l’anno che porta ai Mondiali di Budapest e la ripresa degli allenamenti sarà di certo dura per tutti! Ma tra chi diventa Membro dell’Impero Britannico, chi non si ferma nemmeno nelle vacanze (attenzione attenzione, non è Katinka) e chi festeggia i premi vinti nel 2016, il nuovo anno parte per tutti nel migliore dei modi!!!

Thiago Pereira | Facebook

BrasileUna statua per Thiago ( 21 dicembre 2016 )

Anche se ai Giochi di casa non è riuscito a riconfermare la medaglia di Londra 2012, Thiago Pereira può essere tranquillamente considerato uno dei migliori nuotatori brasiliani di sempre. Tanto da dedicargli una statua, realizzata dall’artista Dilma Carvalho nella città natale del campione carioca, Volta Redonda. Pereira, oltre all’argento nei 400 misti ai Giochi di Londra vanta un argento e due bronzo ai Mondiali di lunga fra Barcellona e Kazan e un oro ai Mondiali di corta nel 2004 a Indianapolis!

Ungheria L’albero di Natale di Katinka ( 26 dicembre 2016 )

Riesce sempre a far parlare di se in qualche modo Katinka Hosszú. Anche in questa occasione lo fa grazie alle sue medaglie vinte, in particolare quelle dei Giochi di Rio. I tre ori e l’argento conquistati in Brasile sono finiti sull’albero di natale suo e del marito Shane Tusup. C’è chi ci mette le palline del mercato, chi gli allori olimpici!!!

Katinka Hosszú | Facebook

Ranomi Kromowidjojo | Facebook

Olanda Kromowidjojo ancora in gara ( 30 dicembre 2016 )

Non si ferma il 2016 di Ranomi Kromowidjojo. L’olandese, dopo una pessima Olimpiade ed un parziale riscatto ai Mondiali di Windsor, chiude l’anno in Madagascar al meeting internazionale di La Reunion, in vasca da 25. Sempre insieme al compagno nuotatore Freddy Weertman, la velocista orange si impone in 50 stile ( 23’’94 ), 100 stile ( 53’’72 ), 50 farfalla ( 25’’81) e 100 farfalla ( 1’00’’06 ) per poi godersi la fine dell’anno al caldo africano.

Michael Andrew | Facebook

USA Swammy Awards ( 1 gennaio 2017 )

Tempo di premiazioni, grazie agli Swammy Awards assegnati dal magazine statunitense Swim Swam. Ecco l’elenco dei vincitori, uomini e donne: miglior nuotatore Michael Phelps e Katie Ledecky, miglior giovane Michael Andrew e Penny Oleksiak, migliore di America Centrale e isole caraibiche Marcelo Acosta e Alia Atkinson, miglior canadese Santo Condorelli e Penny Oleksiak, miglior asiatico Joseph Schooling e Rie Kanetō, migliore dell’Oceania Kyle Chalmers e Cate Campbell, miglior africano Chad Le Clos e Farida Osman, miglior europeo Adam Peaty e Katinka Hosszú.

58° Sette Colli | Roma pronta per gli Internazionali di Nuoto

Da domani 25 giugno al via il 58° Trofeo Sette Colli - Internazionali di nuoto, che si disputerà allo Stadio del Nuoto del Foro Italico di Roma, "nella piscina più bella del mondo". Oltre ai prestigiosi titoli della manifestazione, in palio anche gli ultimi pass...

Fatti di nuoto weekly: il successo dei Trials, perché?

Bentornati a Fatti di Nuoto Weekly, il vostro appuntamento fisso del mercoledì con il nuoto vissuto come va vissuto. Chiaramente ognuno ha il suo modo, ma quello di guardare le gare la notte, con la tranquillità ed il silenzio intorno a me, si avvicina molto alla mia...

Campionati di Francia, da Chartres la selezione olimpica per Tokyo

Vive la France! No, non sono diventato un simpatizzante degli odiati cugini d’oltralpe ma quando scendono in vasca sono comunque sempre oggetto di attenzione. Certo, lo squadrone che ha dominato l’Europa e il mondo intero nella seconda metà dei primi anni 2000 è un...

Trials Olimpici, il Teams USA da Omaha per Tokyo

Al termine di una settimana intensa, spettacolare ed emozionante, Team USA è finalmente pronto: 25 uomini e 28 donne per contrastare Australia e resto del mondo ai Giochi Olimpici. Sarà la prima squadra dal 2000 senza Phelps, la prima dal 2004 senza Lochte, con...

ItalNuoto e Olimpiadi | Pechino 2008: Pellegrini e il primo oro olimpico al femminile

L’Olimpiade di Pechino 2008 è un evento, per molti versi, strano. Organizzata in un Paese così lontano da noi, per distanza geografica e culturale, è stata per una generazione intera l’occasione per conoscere la Cina, che si è svelata al mondo con una maestosa...

Trials Australia, ad Adelaide i pass olimpici per Tokyo

Olympic’s Trials time!  Adelaide e Omaha, così distanti ma mai così vicine in questi giorni di qualificazioni olimpiche. Concentriamoci oggi sui Trials Aussie, che si preannunciavano spettacolari e così sono stati (per quelli USA non perdetevi il recap di Luca, ma un...

Mireia Belmonte Garcia | Facebook

Spagna Mireia punta a Tokyo ( 2 gennaio 2017 )

Qualche incertezza poteva esserci, soprattutto dopo il deludente Mondiale di Windsor di fine anno. Mireia Belmonte Garcia ha però confermato di voler continuare puntando ai Giochi di Tokyo 2020 dove dovrà difendere l’oro vinto a Rio nei 200 farfalla.

Adam Peaty | Facebook

Inghilterra Peaty Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico ( 2 gennaio 2017 )

Regalo di Natale in ritardo per lo 007 della rana inglese: il campione olimpico di Rio sarà insignito a breve di questo prestigioso riconoscimento direttamente dalla Regina Elisabetta II, grazie a quanto nuotato in Brasile. Un sogno che si realizza per il giovane britannico, che tramite i social ringrazia tutti e annuncia la sua imminente ripresa degli allenamenti. Intanto la sua pagina Facebook è già stata modificata con l’aggiunta accanto al nome dell’acronimo MBE (Member of the Most Excellent Order of the British Empire), ma la “scalata” per Peaty verso i più alti titoli britannici non è finita qui.

Sheppard & Horton – GMHBA Lorne Pier to Pub

Ph. Christopher Chan

AustraliaHorton in acque libere! ( 9 gennaio 2017 )

Mentre Paltrinieri si prepara al debutto in acque libere che dovrebbe avvenire alle Universiadi, l’amico-rivale Mack Horton è già pronto a gareggiare nel mare australiano. Sabato 7 gennaio infatti ha preso parte alla GMHBA Lorne Pier to Pub prova di 1.2 chilometri che si tiene a Victoria, mancando nuovamente l’appuntamento con la vittoria: come nel 2015 Horton ha dovuto arrendersi a Sam Shappard, nonostante sia stato in testa per buona parte della gara. Nulla da fare per il campione olimpico, che con un successo avrebbe scritto il suo nome affianco a quelli di altri ori olimpici vincenti in questa prova come Kieren Perkins, vincitore nel 1992 o Daniel Kowalski campione nel 1996 e nel 2007.

Swimming World

Ungheria Bienerth nuovo Presidente del nuoto magiaro ( 9 gennaio 2017 )

Dopo le dimissioni di Tamás Gyárfás, volute in primis da Hosszú e Gyurta, la federazione ungherese di nuoto ha eletto il suo nuovo presidente: Gusztáv Bienerth, attuale commissario del turismo e vicepresidente dell’organizzazione dei Giochi del 2024, Bienerth ha collaborato in precedenza anche con le federazioni magiare di calcio e pallamano.

Notizie... clicca per aprire

Una statua per Thiago: LEGGI QUI

L’albero di Katinka: LEGGI QUI

Kromowidjojo ancora in gara: LEGGI QUI

Swammy Awards: LEGGI QUI

Mireia punta a Tokyo: LEGGI QUI

Peaty Mmbro dell’Ordine dell’Impero Britannico: LEGGI QUI

Horton in acque libere: LEGGI QUI

Bienerth nuovo Presidente del nuoto magiaro: LEGGI QUI

Share and Enjoy !

0Shares
0